Chi vuole una mano al top necessita della forma più adatta al caso. Per capire bene le diverse forme bisogna come è fatta l’unghia. Questa è composta di un letto ungueale che corrisponde alla parte rosa, in altre parole, quella che non tagli e che se per caso si rompe fa male, e un’altra parte chiamata margine ungueale, la quale corrisponde alla zona bianca che limiamo e tagliamo.

Esistono forme diverse che possiamo ottenere partendo ognuno dalla propria base ed oggi ne individueremo cinque: ovale, quadrata, squovale, rotonda e a stiletto.

unghie2

L’unghia con forma ovale o rotonda o squovale conosciuta anche con il termine mandorla, sono le forme più classiche. Negli anni 50-60 erano un vero e proprio trend , donano alla mano una forma elegante e femminile. È l’ideale per tutte.

Le unghie quadrate sono una tendenza degli ultimi anni, è la classica che si realizza in caso di ricostruzione, di nail art oppure di una french manicure. Si predilige questa forma al fine di avere spazio sul quale poter disegnare. È formata da linee diritte e squadrate, con una bombatura al centro del letto ungueale. Questo modello non sta bene a tutte, è sconsigliato per chi ha un letto ungueale corto e grassoccio.