La manicure russa è un’alternativa alla classica manicure e permette di ottenere unghie senza imperfezioni.
Manicure russa, manicure perfetta, riflesso perfetto. Cambia il nome, ma non la sostanza. La definizione può variare, ma a farla da padrona è sempre la perfezione. L’avanguardia in campo artistico ed estetico è uno dei tratti distintivi dei paesi dell’Europa orientale, che si riconfermano ancora una volta innovatori nel settore nail art.

Questo nuovo modo di concepire la manicure classica, unendola ai trattamenti di ultima generazione, si sta diffondendo sempre di più anche nei nostri centri estetici, contraddistinta, spesso, dalla dicitura “metodo soak-off” o “kombi manicure”.

Serve principalmente a guadagnare spazio e ad eseguire una preparazione dell’unghia ottimale per l’applicazione di gel, acrilico o smalto semipermanente. Questa metodologia di lavoro libera la lamina ungueale dalle cuticole facendo recuperare a volte anche qualche millimetro di unghia naturale e rendendo il “giro cuticole” pulito e regolare.

Questa tecnica di manicure richiede l’utilizzo di varie punte di fresa specifiche per le cuticole e, in particolare, delle cosiddette punte diamantate. Si tratta di punte robuste, ma non eccessivamente abrasive, che consentono di eliminare le cuticole in eccesso, preparando bene l’unghia all’applicazione del gel o dell’acrilico.

manicure-set

 

L’operazione di pulizia dell’unghia e di rimozione delle cuticole va, ovviamente, svolta da personale esperto (onicotecniche o estetiste specializzate) con la massima attenzione, per evitare ferite o fastidiose e dolorose escoriazioni, con fresa professionale, fornita di punte adatte a questo tipo di manicure, tutte accuratamente sterilizzate.

Un perfetto svolgimento della manicure russa, permette ad ogni onicotecnica di lavorare meglio, avendo più spazio per poter stendere accuratamente gel o smalto (normale o semipermanente) fino alle cuticole e per eseguire decorazioni più ampie e senza il rischio di imperfezioni.

manicure-russa

La manicure russa, o dry manicure (manicure a secco), può essere tranquillamente effettuata prima di procedere ad una ricostruzione o un ritocco. Infatti, a differenza della classica manicure, che prevede l’immersione delle mani in acqua tiepida per alcuni minuti, prima di procedere all’applicazione di gel o smalti di vario genere, Questo può compromettere l’adesione del gel o  dell’acrilico, quindi non si consiglia di eseguirlo nella stessa giornata

Mentre la classica manicure in ammollo tende ad ammorbidire cuticole e unghie, rendendo spesso difficile l’adesione del gel e/o acrilico, la manicure russa oltrepassa questo problema, eliminando cuticole e pellicine in eccesso senza indebolire o ammorbidire a parete ungueale e senza compromettere la riuscita della nail art.

Le aziende leader del settore nails propongono già percorsi formativi ad hoc per chi vuole apprendere i segreti di questa tecnica innovativa, e lanciano linee di prodotti appositi per dare la possibilità alle professioniste delle unghie di ottenere risultati eccellenti.