L’amore per la cura del proprio corpo non tramonta mai, il settore estetico prosegue la sua costante crescita a tutti i livelli

La cura del proprio corpo è sempre più un’esigenza per gli italiani, sia uomini che donne, di ogni fascia di età, con un picco di frequenza che si alza vertiginosamente per le donne dai 15 ai 44 anni. Centri estetici, Nail center, Spa, palestre, parrucchieri e tanto altro ancora: tutti anelli di un comparto che rappresenta una vera e propria risorsa per l’economia italiana nella sua totalità.

Circa 20.000 centri estetici sparsi su tutta la penisola, accompagnati da 3.000 hotel a 4 o 5 stelle con spa inclusa, 7.000 negozi per parrucchieri con cabina estetica al proprio interno, 2.000 farmacie, 2.000 profumerie e 4.000 palestre: un comparto il cui valore complessivo travalica abbondantemente la soglia dei 200 milioni di euro, per un totale di circa 50.000 posti di lavoro creati, con una crescita del 72% negli ultimi 20 anni.

Estetica, Bellezza, Estetista: il settore che non conosce crisi

“La bellezza, dea affascinante e ineffabile che gli uomini amano sovra ogni cosa senza sapere il perché”.

Numeri, tanti, a conferma di una crescita vertiginosa per un settore che fa registrare un tasso occupazionale fra i più importanti d’Italia.

Ma dietro tutto questo, oltre alla cura per il proprio aspetto, c’è l’attenzione al benessere: sì, perché prendersi cura di sé stessi, oltre al proprio fisico contribuisce alla psiche dell’essere umano. Stare bene con sé stessi, migliorare il proprio aspetto, limitare gli effetti visibili dell’invecchiamento: sono questi i desideri di chi si rivolge ad un centro estetico.

Benessere, estetica, centro estetico

Estetica fa rima con benessere: prendersi nei momenti nella giornata o nella settimana per sé stessi e per il proprio corpo, aiuta a migliorare la qualità della vita.

Ma a cosa è dovuta la crescita del settore dell’estetica?

I cambiamenti, solo nell’ultimo decennio, sono stati molteplici e investiti su più settori:

  • È cambiata radicalmente la capacità di spesa delle famiglie italiane, con conseguente abbassamento netto dei prezzi da parte dei centri estetici. Centri estetici che si configurano, di fatto, come un qualcosa ormai alla portata di tutti.

In buona sostanza c’è stato un vero e proprio orientamento al cliente da parte del settore, con gli stessi clienti che dettano il posizionamento ai centri.

Centri estetici per ogni tasca dunque, con una platea di clienti che si è moltiplicata a dismisura raggiungendo livelli record.

  • C’è stata una diffusione galoppante della medicina estetica, in sostituzione dei trattamenti più invasivi di chirurgia estetica. Una diffusione, quest’ultima, agevolata anche dalle normative che hanno limitato l’utilizzo delle apparecchiature per estetista.

Metodologie medico-estetiche non chirurgiche, una vera e propria rivoluzione nel comparto che ha provocato un modo diverso di ragionare anche nei fruitori non abituali di servizi di questo genere.

In particolare i vari tipi di iniezione sottocutanea, soprattutto sul viso, hanno in alcuni casi sostituito completamente i trattamenti di estetica avanzata un tempo effettuati quasi esclusivamente dall’estetista.

  • Le attuali tendenze sociali rivelano un crescente bisogno di sentirsi in forma e di ostentare agli altri l’attenzione per la propria forma fisica. E non sono soltanto le donne ad avvertire questa esigenza, ma sta aumentando vertiginosamente, come sottolineato in precedenza, anche il numero degli uomini che si prendono cura del proprio corpo, poiché è cambiato il concetto stesso di benessere. Se la forma fisica si acquisiva solo in previsione dell’estate, oggi si tiene alla forma fisica tutto l’anno. Le abitudini delle persone sono cambiate, così come le esigenze lavorative.
  • L’era del web per tutti, accompagnata da un cambiamento dei trend elencati in precedenza, ha fatto sì che si formasse una nuova clientela, fatta di persone sempre più informate ed esigenti, richiedendo un continuo aggiornamento agli operatori del settore sulle nuove tendenze in questo campo. In quest’ultimo decennio sono radicalmente cambiate anche le modalità di fruizione dei servizi legati al mondo dell’estetica e del benessere: si avverte la necessità di trovare nuovi modi per stare bene con sé stessi, per rilassarsi e scaricare le tensioni e gli stress accumulati quotidianamente. In buona sostanza la cura per sé stessi ed il proprio corpo è diventata una vera e propria esperienza quotidiana a cui l’essere umano del 2020 non riesce assolutamente a rinunciare.

 

In sintesi, scegliere oggi di lavorare nel comparto dell’estetica e del benessere vuol dire scegliere di diventare un vero e proprio professionista della bellezza, un professionista in grado di catturare il desiderio di migliorarsi e pertanto di “piacersi di più” della propria clientela.

Trattamento estetico mani benessere

Soddisfazione, empatia con il cliente, rendere migliore la giornata di un’altra persona: sono questi i fattori che rendono unico questo mestiere.

Sensazioni che regalano soddisfazioni di carattere emotivo oltre che professionali: fino a che lo stile di vita sarà frenetico, la voglia di staccare, di sentirsi bene con sé stessi e il proprio corpo sarà sempre più diffusa. Tra i moltissimi metodi e strumenti che abbiamo a disposizione, ognuno ovviamente può scegliere quello più adatto a sé e alle proprie esigenze.

Il continuo sviluppo degli ambiti riguardanti il benessere ha determinato l’espansione di molte attività economiche e di nuovi mestieri; un trend, quest’ultimo, destinato a crescere costantemente in corrispondenza delle innovazioni delle tecniche del settore e delle richieste sempre più complesse da parte di una clientela, come detto, sempre più informata.

Orizzonti lavorativi sconfinati per i “Pro” del mondo estetico, con una necessità di formazione continua per spiccare e differenziarsi rispetto alla concorrenza.